ΕΓΓΕΓΡΑΜΜΕΝΑ ΜΕΛΗ 2021-2022
.
ΕΓΓΕΓΡΑΜΜΕΝΟΙ ΦΙΛΑΘΛΟΙ 2021-2022
.
Poteva vincere ma torna a casa col pareggio!

Con un risultato positivo in una trasferta considerata tra le più difficili in Europa, la squadra di pallanuoto maschile dell’Olympiakos ha iniziato i suoi impegni nella Champions League, pareggiando contro il Barceloneta nella piscina di Sant Sebastià  per la prima giornata del Girone A, in una sfida che ha rivelato le grandi prospettive per la stagione in corso. La squadra del Pireo, ha effettuato una buonissima prestazione e avrebbe anche potuto portare a casa la vittoria considerando che si è trovata a condurre con 5-7 a 2:40 dal fischio finale dopo aver ribaltato il risultato nel quarto periodo di gioco. Negli ultimi due minuti della partita , il Barceloneta, che quest’anno è stato rinforzato e negli ultimi anni è stato sconfitto solo dal Pro Recco, è riuscito a pareggiare con  7-7.

Difesa d’acciaio

L’Olympiakos è stato quello che ha segnato per primo a Barceloona con un’azione favolosa da parte di Kostas Mourikis dalla posizione di centroboa, riuscendo nel contempo a tenere i padroni di casa senza rete per più di cinque minuti. La fine della prima frazione di gioco trova i due avvarsari sul pareggio per 1-1. All’avvio del secondo periodo, gli spagnoli sono andati in vantaggio, ma un tiro potentissimo di Dervisis dal perimetro, porta di nuovo il risultato sul pari. Il Barceloneta, si è portato di nuovo a condurre poco prima del termine del primo tempo nell’ unico contrattacco che è riuscito a costruire fino a quel momento. (3-2).

Alexandros Gounas ha pareggiato per i “biancorossi” a metà del terzo periodo, con i due portieri protagonisti nelle azioni successive, mantenendo il risultato di parità. Il Barceloneta, sfruttando l’uomo in più, si è riportato a condurre per 4-3, a un minuto dal termine della terza frazione di gioco.

Si è trovato in vantaggio ma alla fine pareggio

L’ultimo periodo di gioco apparteneva all’Olympiakos il quale inizialmente con Genidounias pareggia sul 4-4 e si porta a condurre nuovamente per la prima volta dall’inizio della gara per 5-4 con Dervisis in contrattacco. I “biancorossi”, hanno continuato a giocare con coraggio e sono riusciti a conquistare un vantaggio con due reti di differenza con il gol di Kostas Mourikis dalla posizione di centroboa e un straordinario tiro rovesciato da parte di Paulo Obradovic che  ha segnato per il 7-5 per l’Olympiakos a 2:41 dal termine. In seguito, il Barceloneta riduce le distanze col rigore da parte di Perrone (2:23) ed ha pareggiato con Larumbe in superiorità numerica sul 7-7, risultato con il quale si è conclusa la partita.

I quarti: 1-1, 2-1, 1-1, 3-4

Goal: 

1o quarto: 0-1 Mourikis (3:43), 1-1 Perrone (2:42)

2o quarto: 2-1 Mallarach (7:41), 2-2 Dervisis (5:40), 3-2 Fernandez (2:02)

3o quarto: 3-3 Gounas (4:40), 4-3 Mallarach (1:07)

4o quarto: 4-4 Genidounias (5:53), 4-5 Dervisis (5:14), Mallarach (4:28), 5-6 Mourikis (3:47), 5-7 Obradovic (2:41), 6-7 Perrone (2:23), 7-7 Larumbe (0:57)

Squadre: 

Olympiacos (Thodoris Vlachos): Pavic, Mylonakis, Delakas, Genidounias 1, Fountoulis, Nikolaidis, Dervisis 2, Buslje, Mourikis 2, Gounas 1, Argyropoulos, Obradovic 1, Galanopoulos

Barceloneta (Jesus Martin): Lopez, Famera, Granados, Munarriz, Vrlic, Larumbe 1, Paul, Fernandez 1, Tahull, Perrone 2, Mallarach 3, Bustos, Linares

L’allenatore dell’Olympiakos Thodoris Vlachos ha dichiarato al sito osfp.gr: “La gara d’esordio, è stata difficile esattamente come ce l’aspettavamo. Nei primi due-tre quarti, abbiamo avuto difficoltà nel trovare il ritmo giusto e segnare delle reti facili. Ci siamo riusciti nel finale. A due minuti e mezzo dalla fine e con un vantaggio di due reti, sembrava che avremmo potuto portare a casa una vittoria, ma purtroppo abbiamo subito una brutta rete.Siamo riusciti a difendere in inferiorità numerica ma siamo stati raggiunti da un “rimbalzo” e  per concludere non siamo riusciti a segnare il gol della vittoria con l’opportunità che abbiamo avuto nel finale.Ritengo che oggi meritavamo di vincere per come è finita la gara, ma perlomeno andiamo via di qui con qualcosa, considerando che è importante in questo tipo di sfide, riuscire a portare a casa almeno un punto e cercare di vincere in casa. La prossima partita in casa è fondamentale per riuscire a conquistare la prima vittoria”.

 

Da canto suo Konstantinos Genidounias ha dichiarato: ”È stata una sfida difficile.Ce l’aspettavamo così. Abbiamo iniziato la gara un pò fiacchi ma siamo riusciti ad entrare in partita nel secondo tempo.Abbiamo raggiunto il vantaggio desiderato ma purtroppo abbiamo subito due brutte reti nel finale, una su rigore scaturito da un errore difensivo e da un rimbalzo, e così abbiamo sprecato un’opportunità per vincere. Il pareggio è un buon risultato, niente finisce qui, c’è ancora tanta strada da percorrere per conquistare la qualificazione alla Final-8”.